6501
HomeMedio OrienteGiordaniaGuida “Viaggio in GIORDANIA”: Cosa Sapere Prima di Partire
Giordania

Guida “Viaggio in GIORDANIA”: Cosa Sapere Prima di Partire

Viaggio in Giordania

Vuoi partire per una super avventura nella meravigliosa Giordania? Questo viaggio ti porterà alla scoperta di alcuni dei tesori più affascinanti del mondo intero, tra cui l’antica città di Petra, il deserto rosso Wadi Rum, il Mar Morto e la caotica Amman! Archeologia, cultura, natura e gastronomia, tutto racchiuso in un unico e affascinante paese del Medio Oriente!

Budget

Il budget per un viaggio in Giordania può variare di molto in base al periodo scelto, bassa e alta stagione, in base agli alloggi (hotel/ B&B/ ostelli/ campi tendati semplici o di lusso) che si scelgono, e anche in base all’aeroporto di arrivo nel paese e di rientro in Italia (Aqaba o Amman). A marzo 2019, quando sono partita io, il costo totale del viaggio con voli, hotel, trasporti, entrate a musei e parchi archeologici, pranzi e cene per 8 giorni tutto compreso, si aggirava intorno ai 700 euro a persona (meno di 100 euro al giorno).

N.B. Il viaggio è stato organizzato e prenotato in piena autonomia, senza l’aiuto di agenzie di viaggio o tour operator.

Valuta

La valuta è il Dinaro Giordano, 1EURO = 0,78JOD.

I tassi di cambio possono variare nel tempo, comunque in generale il cambio non è molto favorevole. Un consiglio che posso dare, è di non fare il cambio in aeroporto, dove di solito non conviene. Fallo invece in città, dove potrai affidarti a numerosi uffici e trovare quello più conveniente. Quasi tutti gli hotel, i ristoranti e i negozi, accettano le carte di credito. Personalmente, solo nel Wadi Rum, ho pagato le attività prenotate, in contanti.

Quando Andare in Giordania: Clima, Periodo Migliore

Le stagioni migliori per andare in Giordania sono sicuramente la primavera e l’autunno. Tra Aprile e Maggio e tra Settembre e Ottobre le temperature sono accettabili, non c’è molta umidità e non piove molto. La Giordania è un paese con un clima vario, e il momento migliore per visitarlo dipende dalle tue preferenze climatiche e dai luoghi che desideri vedere. In primavera e autunno le giornate sono calde ma non afose e le notti sono fresche.

N.B. Data l’escursione termica nel deserto, durante le notti nel Wadi Rum a Marzo, quando sono partita io, le temperature scendevano intorno allo zero.

Cosa Vedere: Le Tappe Imperdibili

AmmanMar MortoPetraWadi RumAqaba

Clicca su ognuna di queste tappe, troverai consigli su cosa fare, per ognuno di questi 5 posti imperdibili per il tuo viaggio in Giordania.

Consigli Utili Prima di Partire

Jordan Pass: A Cosa Serve e Dove Richiederlo

Prima della partenza, si consiglia di visitare il sito ufficiale per acquistare il JORDAN PASS. È un pacchetto turistico con lo scopo di facilitare le visite ai più famosi siti archeologici e turistici della Giordania. Nel Jordan Pass è compreso il costo del visto di ingresso nel paese, si risparmia tempo saltando le file nei siti archeologici, tutte le informazioni utili saranno disponibili su opuscoli scaricabili gratuitamente attraverso la casella elettronica. Nel ‘sito ufficiale’ il Ministero del Turismo ha messo a disposizione diversi pacchetti fra cui scegliere, basta collegarsi al sito e scegliere quella più adatta al tuo viaggio in Giordania!

Cosa Mettere in Valigia per un Indimenticabile Viaggio in Giordania

Stai per partire per la Giordania e non sai cosa mettere in valigia? Beh, è importante preparare la tua valigia in modo appropriato in base alla stagione scelta e alle attività che hai in programma. In ogni caso, io faccio sempre una lista per assicurarmi di non dimenticare nulla di importante prima di partire.

Vestiti Leggeri: Per primavera e autunno, porta vestiti leggeri come pantaloni lunghi leggeri, magliette a maniche corte e lunghe. Se parti durante il periodo estivo, ricorda di portare con te anche creme solari ad alta protezione. Se tra le tue tappe, ci sarà una visita nel Mar Morto o nel Mar Rosso, non dimenticare il costume da bagno. Se hai intenzione di visitare luoghi religiosi come le moschee assicurati di avere abbigliamento che copra spalle e gambe.

Scarpe comode: Un paio di scarpe da trekking sarebbe l’ideale se prevedi di fare escursioni o visitare siti archeologici come Petra. Porta anche sandali o infradito per le zone costiere, come Mar Rosso o Mar Morto.

Abbigliamento Termico per le notti nel Wadi Rum: Anche se le giornate possono essere calde, le notti nel Wadi Rum, possono essere molto fredde, soprattutto se deciderai di andare in campi tendati molto spartani, come ho fatto io. Basandomi sulla mia esperienza, ho dormito nel deserto nel periodo di Marzo e ricordo di essermi gelata la faccia e i piedi. Porta con te maglie termiche, calzini pesanti e maglioni per le notti nel deserto.

Farmaci e Igiene Personale: Non dimenticare di portare prodotti per la cura personale e farmaci di uso comune per ogni evenienza.

Assicurazione

Anche se non obbligatoria, è altamente consigliabile avere un’assicurazione di viaggio quando parti per la Giordania o per qualsiasi altro viaggio all’estero. Un’assicurazione di viaggio offre una serie di vantaggi che possono aiutarti in caso di imprevisti durante il tuo viaggio. L’assicurazione di viaggio può coprire le spese mediche in caso di malattia o infortunio durante il tuo soggiorno. Io l’ho stipulata prima di partire e per fortuna non è servita a nulla.

Sim Card

Per restare sempre in collegamento col mondo e condividere foto e video in tempo reale, come faccio io, è assolutamente necessario avere una Sim Card. Appena atterri in Giordania, in aeroporto ci sono diversi uffici di compagnie telefoniche dove puoi informarti e trovare il pacchetto che fa al caso tuo.

Come Muoversi in Giordania

Il Nostro Amico Dyab

In Giordania il modo migliore per spostarsi è sicuramente la macchina, c’è chi sceglie di affittarne una e chi si sposta con i taxi. Personalmente, abbiamo avuto la fortuna di conoscere Dyab, tassista beduino che ha vissuto per circa 14 anni in Italia! Simpatico, gentile, alla mano, ci ha scarrozzato per tutta la Giordania, ci siamo affidati completamente a lui, stravolgendo e arricchendo di molto il nostro viaggio. Dopo il nostro viaggio in Giordania, abbiamo consigliato e messo in contatto Dyab con amici, parenti e tante altre persone che intendevano partire per la Giordania! Loro stessi lo hanno successivamente consigliato ad altre persone! Oggi, da Agosto 2023, Dyab ha fondato e gestisce una sua agenzia di trasporti, che si diramano in tutto il territorio da nord a sud!

Cosa Mangiare in Giordania: I Miei Piatti Preferiti

La Giordania offre una varietà di piatti deliziosi che riflettono la sua ricca storia culinaria e la sua posizione geografica tra il Mediterraneo e il Medio Oriente. Ecco alcuni piatti e cibi tradizionali che ho amato e che devi assolutamente provare durante il tuo viaggio:

Mansaf: Questo è uno dei piatti più iconici e rappresentativi della cucina giordana. Si tratta di un piatto tradizionale che ha radici nella cultura beduina della regione. Gli ingredienti principali sono 3: Riso, Agnello e Yogurt di latte di pecora. L’agnello viene cotto in vari modi, stufato o brasato, viene poi servito su un letto di riso, che spesso viene condito con cumino e altre spezie. Una delle caratteristiche distintive del Mansaf è la salsa di yogurt super saporita chiamata jameed, che è fatta da latte di pecora fermentato e essiccato. Questa viene mescolata con acqua per creare una salsa cremosa e versata poi sopra il Mansaf.

Hummus: Una crema di ceci schiacciati conditi con olio d’oliva, tahini, limone e aglio. Viene servito con pane, verdure o come accompagnamento. Ormai da anni ho imparato a farlo da sola a casa e continuo a mangiarlo molto spesso. Il tahini è invece una pasta cremosa e densa fatta principalmente da semi di sesamo tostati e macinati.

Falafel: Sono palline o cucchiaiate fritte o al forno fatte principalmente da ceci, condite con spezie e erbe aromatiche. Sono estremamente popolari in tutto il Medio Oriente e in molte altre parti del mondo, grazie al loro sapore delizioso e alla loro consistenza croccante all’esterno e morbida all’interno.

Zarb: Lo Zarb è un piatto tradizionale beduino che ho avuto la fortuna di mangiare per diversi giorni, quando sono stata nel Wadi Rum, seguendo anche tutta la preparazione. Viene cucinato nel deserto della Giordania e in altre regioni del Medio Oriente. È un piatto di carne e verdure con cottura sotterranea! Hai capito bene, un forno scavato nella sabbia e riscaldato con carboni ardenti. La buca del forno è profonda circa un metro. Sul carbone ardente poi si fa calare un barbecue di griglie circolari composto su 3 strati. La carne viene messa sugli strati più bassi e vicini ai carboni ardenti, mentre le verdure sugli strati più alti. Si ricopre tutto con carta argentata, un coperchio, un telo e sabbia! Questo metodo di cottura crea un piatto delizioso e con un sapore unico.

Kanafeh: A differenza degli altri piatti, questo è un dolce, ma premetto che l’ho mangiato a pranzo appena arrivata nel deserto, gentilmente offerto da Diab. Questo è un tradizionale dolce mediorientale fatto con formaggio di capra, pasta filo e imbevuto in acqua e zucchero. Ottimo insieme a un tè beduino aromatizzato alla salvia, proprio come lo avevamo mangiato per la prima volta nel Wadi Rum!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like