HomeAsiaMalesiaTaman Negara: Esperienze da Vivere nella Giungla in Malesia
Malesia

Taman Negara: Esperienze da Vivere nella Giungla in Malesia

TAMAN NEGARA, Perché Visitare la Giungla Primordiale

Questa giungla lussureggiante antichissima -ben 130 milioni di anni- presenta aree di foresta ancora inesplorate. La giungla non è un luogo che ti da il benvenuto: ti fa sentire un ospite non gradito, ma si tratta di un legame antico e profondo. Mi sento legata ad essa, forse lo sono, lo siamo tutti… o meglio lo eravamo tanto tempo fa!

Panorama dal villaggio degli Orang Asli

Come Raggiungere il TAMAN NEGARA: il Cuore della Giungla

Un paradiso per gli appassionati di natura, vita all’aperto, trekking, gite in barca, birdwatching e visite ai villaggi aborigeni. Per parlare del Taman Negara voglio partire da una città, Jerantut che ho definito punto di snodo importante in Malesia, con diverse agenzie come la NKS (tra le più affermate), che gestisce i trasporti sia via terra che via fiume. Da qui si arriva a Kuala Tahan, il villaggio nella giungla con l’accesso principale al Taman Negara, ma secondo te abbiamo deciso di raggiungere il villaggio comodamente su un pulmino? NO! Abbiamo deciso di raggiungere Kuala Tahan direttamente risalendo il fiume Tembeling, infatti c’è la possibilità di imbarcarsi su Sampan a motore dal molo di partenza vicino Jerantut. La risalita è a dir poco spettacolare e ci impiega circa 2 ore, dipende dalla corrente.

Consigli Pratici per Visitare il Taman Negara

Medicinali

Porta con te fermenti lattici, integratori, antibiotici. Se sei un soggetto allergico a punture d’insetti o a cibi, porta con te tutti i medicinali necessari! Infine, spray, creme, lozioni e pozioni varie contro le zanzare. Personalmente non sono un soggetto allergico, ma avevo portato di tutto, anche durante i trekking nella giungla, sembravo una farmacia ambulante. Per fortuna abbiamo avuto bisogno solo dello spray anti zanzare. -Magari non serve a te, ma può servire ad altre persone-

Vestiti

Porta con te cappello, scarpe da ginnastica o meglio ancora scarpe da trekking, vestiti leggeri e traspiranti, mi raccomando nulla di aderente o sintetico. Avere abiti traspiranti in un posto del genere non è un aspetto da sottovalutare.

Soldi

È essenziale portare con te contanti, poiché i trasporti e le escursioni in sampan e i piccoli locali e ristorantini a Kuala Tahan, non sono attrezzati per pagamenti con carte di credito.

Quanti Giorni Servono per Visitare il Taman Negara

Il numero di giorni consigliati per visitare il Taman Negara dipende dai tuoi interessi e da quanto tempo desideri passare nell’area. Tuttavia, in genere, una visita di 2-3 giorni dovrebbe permetterti di sperimentare molte delle attività e dei punti salienti del parco nazionale. Se hai più tempo a disposizione, potresti estendere il tuo soggiorno a 4-5 giorni per esplorare ulteriormente la zona. Io sono stata 4 notti a Kuala Tahan.

Le Migliori Cose da Fare al Taman Negara

Avventurati in una delle giungle più antiche del pianeta. Dormi al villaggio di Kuala Tahan, il piccolo centro cittadino nel cuore della giungla. Esplora la foresta a piedi e via fiume su un sampan a motore. Attraversa le passerelle sospese tra gli alberi altissimi.

Può interessarti anche il mio articolo sull’Isola di Penang.

Il Villaggio Kuala Tahan

Kuala Tahan, il villaggio immerso nella giungla del Taman Negara in Malesia, è la porta d’ingresso primaria per l’esplorazione del celebre parco nazionale, noto per ospitare una delle più antiche giungle pluviali del mondo, qui si trovano gli uffici del parco, dove i visitatori possono ottenere permessi e informazioni sulle attività disponibili. Kuala Tahan offre diverse opzioni di alloggi e ristoranti. I ristoranti servono piatti locali e internazionali. Circondato dalla maestosità della giungla pluviale, Kuala Tahan è il punto di partenza perfetto per un’avventura nel Taman Negara.

Molo di Kuala Tahan, a sinistra il Ristorante Family, dall’atra parte del fiume sulla destra l’entrata al Taman Negara

Visita al Villaggio ORANG ASLI, Chi Sono?

Gruppo etnico nativo di questi luoghi, Orang Asli e Batek sono veri e propri Aborigeni della giungla, ci abitano da millenni e sono in via di estinzione. Tappa assolutamente obbligatoria è il loro villaggio nel Taman Negara, dove ti verranno spiegate tradizioni, usanze, stile di vita, ti insegneranno ad accendere un fuoco e potrai imparare a tirare con una particolare cerbottana, un’arma da lancio ad aria costituita da una canna di bambù di lunghezza variabile. In questo caso si tratta di un tipo di pianta con la canna completamente liscia, non presenta quindi i tipici nodi e striature che siamo abituati a vedere sulle canne di bambù, che renderebbero il lancio del dardo troppo rumoroso e quindi non adatto alla caccia. Ti rimando al video dove potrai vedere la tiratrice, che sarei io, soffiare in una estremità del tubo forzando l’uscita del dardo dall’altra parte, rivelandosi subito una tiratrice di altissimo livello, riuscendo a colpire il peluche quasi tra gli occhi! Io te lo dico… Imparare questa tecnica di caccia può sempre tornare utile.

NIGHT TOUR, Insetti e Rettili di Notte nella Giungla

Durante il NIGHT TOUR o safari notturno nel Taman Negara, si ha l’opportunità unica di esplorare la giungla e scoprire la sua vita notturna. Durante il tour notturno, le guide esperte ti condurranno attraverso la giungla usando torce e fari per cercare e avvistare la fauna notturna. Questa è un’opportunità unica per vedere creature che di solito si nascondono durante il giorno. Puoi incontrare animali come serpenti, rane, insetti come ragni, formiche gigantesche, scorpioni, ragni-scorpioni, ebbene si… esiste il ragno-scorpione, l’ho visto con i miei occhi. Con un pochino di fortuna, anche qualche mammifero, noi abbiamo visto dei cervi. La giungla di notte è una sinfonia di suoni diversi da quelli che si sentono di giorno, è un’esperienza sensoriale davvero unica. Prima di partire per un night tour, assicurati di indossare abbigliamento adatto alle condizioni della giungla di notte, come pantaloni lunghi e una giacca leggera con cappuccio. Inoltre, rispetta sempre le istruzioni delle guide per garantire la tua sicurezza e quella degli animali e dell’ambiente circostante.

TOUR in SAMPAN a Motore

Dal pittoresco molo di Kuala Tahan, partono i Sampan, sono piccole imbarcazioni tradizionali, solitamente a remi o a motore, utilizzate per navigare fiumi e corsi d’acqua nelle foreste pluviali o nelle regioni costiere. Propongono un’ampia scelta tra viaggi privati o di gruppo, con durate adattabili. Queste risalite seguono gli affluenti del fiume Tembeling, offrendo un’esperienza avvolgente e serena. Durante le mie navigazioni in sampan, ho assistito a spettacoli meravigliosi: lucertole giganti nuotare nell’acqua, scimmie saltare tra i rami degli imponenti alberi inclinati sul fiume, tucani dai piumaggi caleidoscopici sfiorare la superficie dell’acqua in voli eleganti. Un incanto per i sensi.

Abbracciare Alberi Secolari

Koompassia Excelsa, meglio noti come Tualang, sono enormi alberi tropicali che si trovano nella giungla Malese, ma anche in Indonesia, in Thailandia e nelle Filippine. Questa specie è una delle più alte tra gli alberi tropicali. Risalendo il fiume nella fitta e incontaminata giungla del Taman Negara, la guida del Sampan ci ha portato ai piedi di un albero che, potrebbe avere tra i 500 e i 600 anni! Ho provato ad abbracciarlo, ma sono riuscita a toccare a braccia aperte solo mezza radice!

Escursione in Solitaria nella Giungla

Non preoccuparti, questo non ti condurrà in luoghi pericolosi o sconosciuti. Dall’ingresso del parco, si aprono percorsi incantevoli su passerelle di legno, più o meno impegnativi. Ogni tanto, potrai incrociare altri viaggiatori lungo il cammino, ma spesso ci si trova anche soli, cullati dal sussurro della foresta. All’inizio del percorso siamo stati scortati da una scimmia, non è una battuta… un macaco alquanto territoriale ci ha seguiti dall’entrata del parco per mezz’ora di camminata nella giungla, chissà cosa voleva… Quando siamo giunti nei pressi del fiume, su una spiaggia di sassi e sabbia dorata, ci siamo concessi una pausa in questo paesaggio avvolgente. Farfalle dai colori sgargianti danzavano attorno a noi, attratte dall’azzurro delle mie scarpe da ginnastica. I suoni della giungla intatta ci circondavano e ho immaginato che fossero gli stessi che risuonavano qui 130 milioni di anni fa. Camminare sola in questa pace è un autentico viaggio nel tempo.

Nota bene: ricorda sempre di non deviare dai percorsi delle passerelle di legno per il bene della natura e della tua sicurezza.

Kuala Gandah, Il Santuario degli Elefanti

Se te lo stai chiedendo, NO! Non è un posto dove gli elefanti vengono usati per trasportare turisti tutto il giorno. Questo luogo è diverso, si tratta di un santuario dove gli elefanti vengono trasferiti dopo la distruzione del loro habitat, o salvati da situazioni di maltrattamenti e schiavitù. Qui il massimo che potrai fare, sarà dargli da mangiare frutta fresca e aiutarli a fare un bagno fresco al fiume.

TREKKING AL TAMAN NEGARA, Informazioni Importanti

MEDICINALI: Porta con te, medicinali, fermenti lattici, integratori, cappello, scarpe da ginnastica, vestiti leggeri e traspiranti (no aderenti e sintetici), spray, creme, lozioni e pozioni varie contro le zanzare. Durante il trekking può essere importante portare qualche medicinale con se, soprattutto per soggetti allergici.

Cosa Serve per Entrare al Taman Negara

Appena arrivati a Kuala Tahan abbiamo prenotato in una sede della stessa agenzia di Jerantut, la NKS, due tour guidati: il “LONG TREKKING” (100 RM a testa, sono poco più di 20 Euro) con visita al villaggio degli Orang Asli e il “NIGHT TOUR” un tour notturno per vedere insetti e rettili. Per entrare al parco è obbligatorio registrarsi anche con il codice del passaporto, quindi, per evitare di perdere il passaporto nella giungla, invece di portarlo con te durante il trekking, fagli una foto dove siano ben visibili tutti i dati, cosi da poterli inserire al momento della registrazione. Si paga obbligatoriamente anche una piccola tassa sulle fotocamere, anche quella dello smartphone.. (5 RM a testa, sono poco più di 2 Euro).

Inizio dell’escursione Long Trekking, Taman Negara

Quale Trekking Scegliere al Taman Negara

Leggi bene ora, questa informazione avrei voluto trovarla io online, prima della mia avventura, difficilmente la troverai da qualche parte, te la dico io! Alla prenotazione dei tour giornalieri con guida, te ne proporranno due:

Long Trekking e Short Trekking, entrambi sono guidati, entrambi arrivano al Villaggio degli Orang Asli, uno ci mette di più e costa di più (long trekking), uno ci mette di meno ed è più conveniente (short trekking).

LONG TREKKING

Lungo, costoso, molto faticoso, NON adatto a chiunque.

Porta con te uno zaino capiente, perché ti verranno forniti, compresi nel prezzo del tour, 3 litri d’acqua (a testa) e il pranzo al sacco.

Ovviamente punteranno a farti prenotare questo, perché più costoso. Non accennano al fatto che camminerai dalle 9:30 fino al tramonto con riposo di nemmeno mezz’ora e nemmeno al fatto che a un certo punto lascerai la passerella di legno per arrampicarti letteralmente tra liane, rami, corde legate appositamente per reggersi durante salite e discese con pendenze assurde, salti tra una roccia e l’altra che manco Tarzan!! Il Long Trekking NON é PER TUTTI! Persone allenate possono trovare qualche difficoltà, come ho potuto vedere con i miei occhi, per l’alto tasso di umidità che rende tutto ancora più complicato e per il peso degli zaini. Ho visto famiglie che si passavano i bambini tra una roccia e l’altra con volti abbastanza provati e persone che avevano bisogno immediato di fermarsi a riposare, io stessa dopo pranzo mi sono sentita male, insieme ad altre persone anche di altri gruppi.

La Mia Esperienza: Durante il Long Trekking, circa due ore dopo la breve pausa pranzo, sono stata male (premetto che camminavo già dalle 9 del mattino), avevo la tachicardia, non respiravo bene, grondavo di sudore e avevo le gambe bloccate, eravamo anche lontani dal fiume, da dove, per qualsiasi evenienza, potevano raggiungerci le barche. Immersi nella fitta vegetazione della giungla, sono quindi rimasta con il mio compagno vicino a un ruscello, da dove assolutamente non potevamo muoverci fino al ritorno della guida, che nel frattempo aveva portato il resto del gruppo a vedere delle cascate lì vicino, a noi ha insegnato invece il richiamo di aiuto a distanza per capire la posizione in caso di pericolo imminente, una situazione abbastanza improbabile…! (Oggi ci rido su). Dopo un’ora soli nella giungla, dove mi sono quasi ripresa, ascoltando i suoni della natura incontaminata e con i piedi nell’acqua fresca del ruscello, il nostro gruppo è tornato e abbiamo proseguito verso il fiume per la tappa successiva, il Villaggio degli Orang Asli.

In questo trekking nel Taman Negara ho scoperto il mio limite fisico, tante volte nella mia vita ho creduto di essere stanca morta, non era vero, non ci ero manco lontanamente vicina all’essere stanca morta! Rimarrà per sempre tra le esperienze più belle, intense e allo stesso tempo devastanti della mia vita.

SHORT TREKKING

Più breve, conveniente, meno faticoso.

Porta con te uno zaino capiente perché anche qui ti verranno forniti cibo e acqua compresi nel prezzo del tour. Non l’ho provato personalmente, avendo percorso invece il Long Trekking come sopra citato, ma posso sicuramente dirti che se non sei super allenata/o scegli lo SHORT TREKKING! Molto meno faticoso e soprattutto arriva anche questo tour al villaggio degli Orang Asli. Non perderai quindi l’esperienza unica di inoltrarti nella giungla e conoscere gli Aborigeni.

Dove Mangiare al Taman Negara

Il villaggio di Kuala Tahan offre un’ampia scelta tra locali e risto-pub in città, e “Kedai Kopi”, che sono ristoranti galleggianti all’aperto, attraccati al lato della spiaggia di ciottoli, in particolare il “Family” dove ho mangiato quasi tutti i giorni.

Family Restaurant, Kuala Tahan

I Kedai Kopi sono aperti tutto il giorno, offrono piatti della tradizione malese, con riso, noodles ma anche alcuni cibi occidentali. Sull’altra sponda del fiume Tembeling, invece, dove si entra per il parco nazionale del Taman Negara sorge il Mutiara Resort, un hotel elegante con annessa sala da pranzo che merita sicuramente una sosta. Qui il menù è pensato per una clientela benestante, troverai una scelta più ampia, oltre agli stessi piatti dei ristoranti di Kuala Tahan, ma al triplo del prezzo.

Dove Dormire al Taman Negara

Ovviamente a Kuala Tahan, che offre di versi tipi di alloggi.

Io ho dormito al Taman Negara Rainbow Guesthouse Sistemazione spartana a Kuala Tahan, camere con letto e bagno privato.

Dall’altra parte del fiume, all’entrata del parco Taman Negara, c’è il Mutiara Taman Negara 3***

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like